Blog

CAPPOTTO TERMICO

 

SCHEMA TRASMITTANZA TERMICA 
SCHEMA TRASMITTANZA TERMICA
L’isolamento termico dall’esterno con intonaco sottile su pannello isolante in polistirolo è il sistema più utilizzato in tutta Europa per la coibentazione degli edifici civili.
Il sistema a “cappotto” è costituito da elementi diversi tra loro, ma allo stesso tempo, compatibili e sinergici.

Vantaggi economici:
– L’impiego dell’isolante comporta una riduzione dei costi energetici di riscaldamento che nei vecchi fabbricati può arrivare fino al 40%;
– L’investimento economico si ammortizza nel giro di 4-6 anni;
– In caso di stracrdinaria manutenzione il sistema a “cappotto” é estremamente competitivo rispetto ad interventi di tipo tradizionale, quale la demolizione di intonaci, oltre a ridurre i disagi causati da polvere e rumore;
– Nei nuovi fabbricati il sistema a “cappotto” consente un recupero di superficie calpestabile rispetto al tradizionale isolamento con intercapedine oltre alla semplificazione della struttura muraria.

Vantaggi prestazionali:
– Il sistema a “cappotto” è continuo e costante su tutta la facciata, senza interruzioni in corrispondenza di solette e pilastri che potrebbero generare la formazione di ponti termici;
– Stabilizzazione termica della muratura esterna;
– Eliminazione a|l’lntem0 dell’edificio del fenomeno delle condense e di conseguenza dell’elominazione del problema delle muffe;
– Riduzione delle escursioni termiche estate-invemo con miglioremento del comfort igienico-abitativo all’intemo degli edifici grazie alle sua inerzia termo-igrometrica.

Vantaggi estetico/ambientali:
– Disponibilità di un’ampia gamma di finiture e colori che permette di soddisfare anche le esigenze specifiche dei centri storici;
– Riduzione delle emissicni di gas di scarico nell’aria grazie al minor fabbisogno energetico del fabbricato.

Come l’isolamento termico ostacola e rallenta il flusso di calore

 

trasmittanza termica senza termocappottotrasmittanza termica senza termocappotto

 

 

 

 

 

 

 

Avvertenze
La posa in opera del sistema a “cappotto” termocappotto e semplice, ma richiede particolare attenzione alle istruzioni della sequenza di montaggio, rispetto delle caratteristiche di idoneità dei materiali utilizzati, dei tempi e dei metodi di applicazione.
Il sistema può essere applicato su calcestruzzo, su murature in laterizio pieno o forato, su pietra e su intonaci vecchi e nuovi, purché sani in tutto il loro spessore e non polverosi. Nel caso di applicazione diretta sulla tamponatura accertarsi che la stessa sia perfettamente “a piombo” e non presenti asperità o fori da rendere difficoltosa la complanarità dei pannelli isolanti. Le parti in calcestruzzo fortemente ammalorate devono essere bonificate con speciali malte da ripristino tipo Teknocaf BF o malte similari.
In presenza di vecchie pitture parzialmente scrostate e/o sfarinanti si raccomanda la loro totale rimozione con spazzolatura o lavaggio con idropulitrice. Le superfici devono essere pulite ed in caso contrario si dovrà procedere alla rimozione di polvere, sporco, tracce di disarmante. Accertarsi che non ci siano fenomeni permanenti di umidità. La posa in opera dovrà essere effettuata a temperature comprese tra +5° C e +35° C.

fonte: http://www.govoni-termoacustica.it

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.